You are here: Home Cultura Personaggi Margherita di Blessington a Formia: gli occhi degli italiani sono superiori

Margherita di Blessington a Formia: gli occhi degli italiani sono superiori

E-mail Print PDF

Scrittrice irlandese, fu una donna assai stravagante e dalla vita molto dinamica. Nata come Margherita Power, divenne contessa di Blessington, sposando in seconde nozze Charles Gardiner.

Con il marito viaggio molto l'Europa, ma sopratutto la Francia e l'Italia appunto. Dei suoi viaggi in Italia, rimane il suo libro The Idler in Italy ("Vagabondaggio in Italia") pubblicato nel 1839.

Conobbe a Genova Lord Byron con il quale instaurò un cordiale rapporto intellettuale, dalla quale scaturì anche un libro ("Conversazione con Lord Byron", 1834).

Ecco cosa ricorda della visita a Formia, avendo visitato Mola di Gaeta e soggiornato nell' immancabile Villa di Cicerone:

"Napoli 17lh: Prima di coricarmi sul cuscino  devo annotare il cammino fatto oggi per i tanti fatti che hanno catturato la mia attenzione e per non dimenticare nessuna impressione.

La regione che abbiamo attraversato è piena di associazioni con i temi classici che hanno immortalato la scena del viaggio in cui il saggio Ulisse incontrò la figlia del re dei Lestrigoni, esso deriva con poco meno interesse da parte del viaggio di Orazio attraverso di essa quando si va a Brindisi. Non abbiamo mai trovato del vino Falerno che fosse meno eloquente di quello del nostro ospite presso l'Albergo di Cicerone (attuale Villa Rubino, ndr), insinuando che la sua cantina possedeva alcuni vini che non avrebbero scontentato neanche Orazio stesso.

Uscendo dall’Albergo di Cicerone abbiamo attraversato Mola di Gaeta che si trova  circa a mezzo miglio.  Poco più di un villaggio formato da case bianche di fronte al mare con una stazione di posta e uno o due pensioni, è popolosa e animata, principalmente occupato da pescatori e le loro famiglie il costume delle donne, se non notevole per la sua pulizia ha avuto almeno il merito di avere acconciature molto pittoresche che  sembravano quelle di antiche statue femminili, i capelli sono intrecciati con fasce di seta e legati intorno alla testa formando un nodo sul retro, le loro vesti però  sono scarse e dalla tessitura grossolana, che si aggrappa a loro non sgraziatamente e denota una facilità nel loro portamento  che, se non è pari all'eleganza, indica una totale libertà dalla limitazione della rigidità,  gli occhi degli italiani sono superiori a quelle dei miei compatrioti…."

La traduzione non è delle migliori in quanto il testo ritrovato non era molto leggibile.
Ricerca, testo e traduzione
Daniele E. Iadicicco


Add this page to your favorite Social Bookmarking websites
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! TwitThis Joomla Free PHP
Last Updated ( Tuesday, 05 August 2014 14:59 )  

Fra'Diavolo

contatore