You are here: Home Cultura

Cultura

La festa di San Giovanni



La festa di San Giovanni Battista nella Mola dell’anno 1926

Autore: G.Bove – L.Ricciardi
Editore: Iubilaeum AD 2000
Anno: 2000

Ad una prima lettura questo libro rappresenta “soltanto” uno straordinario documento riguardante la festa del Patrono della città di Formia. In realtà lasciandoci trascinare dagli studi e dai ricordi dell’ottimo Giovanni Bove si ha un meraviglioso spaccato di una Formia che non c’è più. Di luoghi, personaggi, usi e costumi di una Mola (quartiere storico di Formia) ormai scomparsa. Il libro non manca di documenti interessanti che vanno dal resoconto economico della festa del 1926 a foto più o meno inedite risalenti il periodo preso in considerazione.
Di Daniele Iadicicco

Last Updated on Wednesday, 16 June 2010 10:25
 

Arte a Gaeta


Titolo: Arte a Gaeta – Dipinti dal XII al XVII secolo
Autore: Catalogo a cura di Maria Letizia Casanova
Editore: Centro Di
Anno: 1976

Un libro completo, una panoramica ricca e ben dettagliata di tutte le opere pittoriche presenti nella città di Gaeta. In questa pubblicazione che spazia dai lavori di Giovanni da Gaeta a Sebastiano Conca scopriamo tanti capolavori che confermano l’importanza e la centralità della città di Gaeta nel passato. Ogni opera è ben accompagnata da descrizione e informazioni essenziali alla sua lettura, per una panoramica straordinaria che va dal 1100 al 1600.

Di Daniele Iadicicco

Last Updated on Wednesday, 16 June 2010 10:24
 

Monti aurunci


Titolo: Monti aurunci, Golgo di Gaeta, isole Pontine
Autore: Monia Valeriano
Editore: Regione Lazio Aurunci Comunità Montana Monti Aurunci
Anno: 2009

Incredibile sforzo dell’autrice che ha raccolto in un solo libro un territorio tanto ricco e intriso di storia: la terra aurunca. Simile per intenti a questo sito questo lavoro, arricchito da moltissime foto originali, descrive città per città i tratti essenziali del nostro territorio. Molte le sezioni dedicate per ogni comune: Cenni storici, caratteristiche del luogo, beni ambientali, beni storico-artistici, storia e leggende, antichi mestieri, tradizioni, la religiosità popolare, prodotti tipici, attività lavorative, ricette della tradizione, aspetti socio-culturali e calendario eventi. L’autrice è riuscita in un solo libro ad affrontare temi trattati da altri autori in decine di libri specifici, è di certo un lavoro completo ed esaustivo per chiunque voglia conoscere il territorio del sud-pontino. I comuni studiati e proposti sono: Castelforte, Formia, Gaeta, Itri, Minturno, Ponza, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia e Ventotene.

Di Daniele Iadicicco

Last Updated on Wednesday, 16 June 2010 10:24
   

il Colonnello Michele Pezza


Titolo: il Colonnello Michele Pezza (frà Diavolo)
Autore: P. Pecchia
Editore: Contributi pubblici e privati
Anno: 2005

Sono stati scritti sull’argomento decine e decine di libri eppure la vita del colonnello Michele Pezza continua ad affascinare e appassionare. Questo libro è comunque capace di offrire qualcosa in più, è capace di aggiungere tasselli importanti alla storia di un eroe che fù chiamato brigante.
Si riporta infatti, in maniera integrale, il “diario” di fra’Diavolo da lui redatto nelle sue campagne d’armi e sequestrate alla cattura del colonnello nel 1806. Proposto in forma originale e riscritto il testo per aiutarne la lettura, questo libro è consigliato a tutti quelli che vogliano avvicinarsi o approfondire la storia del grande eroe itrano, mai abbastanza celebrato, mai abbastanza onorificato.  Il testo è ricco inoltre di tanti documenti dell’epoca che offrono un affresco chiaro dei tempi non lasciando spazio a leggende o fantasie ma attenendosi alla storia reale dei fatti. 

Di Daniele Iadicicco

Last Updated on Sunday, 08 November 2009 11:01
 

I sardi a Itri


Titolo: I Sardi a Itri
Autore: Pino Pecchia
Editore: Arti grafiche Kolbe
Anno: 2003

I libri di Pino Pecchia seguono tutti un obiettivo ben preciso: offrire testimonianze di fatti, eventi o personaggi che altrimenti rimarrebbero nell’oblio dei tempi. Davvero importante questo lavoro dedicato ai fatti di sangue avvenuti a Itri il 12-13 luglio 1911. Erano i tempi in cui si stava costruendo la ferrovia Napoli-Roma, e così vennero in paese squadre di operai per lavorare alla tratta che attraversava il comune di Itri. Questi operai, perlopiù sardi, arrivarono a gravi tensioni con gli abitanti del posto tanto da arrivare a colluttazioni che portarono a morti e feriti. Lo scrittore ripercorre questa vicenda con fare distaccato e non campanilistico per testimoniare una storia altrimenti dimenticata, che comunque fa parte della storia del nostro paese.

Di Daniele Iadicicco

Last Updated on Wednesday, 16 June 2010 08:03
   

Fra'Diavolo

contatore