You are here: Home Fra' Diavolo Fra' Diavolo nella stampa dal 1930 ai giorni nostri

Fra' Diavolo nella stampa dal 1930 ai giorni nostri

E-mail Print PDF

Michele Pezza: brigante per necessità, fuorilegge per disperazione

“Fra' Diavolo nella stampa dal 1930 ai giorni nostri” è il lavoro di ricerca, ambizioso per quanto concerne il principio da cui muove – il giornalismo – di Antonia De Francesco.
La matrice, infatti, è il principio d'obiettività dell'informazione, che, se oggi traballa in un pluralismo confuso con la libertà di stampa, all'epoca – intorno al 1930 -  era più ferrea -, permettendo così all'autrice di mettere a punto un coacervo di “metodo storico” volto a ricostruire, proprio attraverso gli articoli giornalistici a sua disposizione, la storia di Michele Pezza.
Un uomo, la cui vita, combattuta ed avvincente, lo ha da sempre posto, come sottolineato più volte nelle pagine, in un limbo sospeso nell'opinione pubblica: “un malfattore, un  brigante, ma le dediche, le manifestazioni a lui intitolate, ancora oggi, a distanza di duecento anni dalla sua esistenza parlano d'altro”.
La scoperta, ben tratteggiata nel testo -  nel quale sono riportate letteralmente citazioni degli articoli presi in esame, rivelando un lavoro metodico e argomentativo congruo e preciso  - è stata quella di un personaggio estremamente affascinante, tanto quanto intrigante nelle ambivalenti vesti indossate nell'ambito della stampa e della letteratura: da quella pubblicitaria a quella di protagonista di opere liriche.
Così i tre capitoli ripercorrono il personaggio, ponendolo di volta in volta, sotto luci e prospettive diverse, dando l'incipit con un profilo biografico, e proseguendo con una sezione temporale, coinvolgente, per una prima parte, gli anni dal 1920 al 1970, in una prospettiva giornalistica che muove dalle pagine locali a quelle nazionali; mentre, per una seconda parte, una ricostruzione a cavallo tra la modernità e la contemporaneità.
In quest'ultima parte, la storia di Michele Pezza, alias Fra' Diavolo, rimaneggiata “giornalisticamente” da Antonia De Francesco, attualmente redattrice del quotidiano on-line “duepuntozeronews.it”, addetta stampa dell' “Osservatorio permanente sull'infiltrazione mafiosa e sulla legalità del Basso Lazio”  - nonché di altre manifestazioni di carattere culturale - e studentessa del Master in “Critica giornalistica” dell'Accademia nazionale d'arte drammatica “Silvio D'Amico”, si fa ancora più frizzante.
Dopo aver sfogliato idealmente, “Il Giornale d'Italia”, “Domenica del Corriere”, “ Il Mattino Illustrato”, “Il popolo di Roma”, “ Il Messaggero”, “Il Giornale della Domenica”,  e così via, è d'obbligo l'inciso che riguarda la sua presenza in ambito cinematografico e pubblicitario, che sentenzia l'identificazione di Michele Pezza come centro di un'orbita mediatica, se pur nell'inconsapevolezza del  post-mortem.

Daniele Iadicicco

 



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! TwitThis Joomla Free PHP
Last Updated ( Wednesday, 07 August 2013 13:30 )  

Fra'Diavolo

VideoDocP

contatore