You are here: Home Comuni Minturno Caio Mario nel carcere di Minturno

Caio Mario nel carcere di Minturno

E-mail Print PDF

La carriera di Caio Mario è particolarmente emblematica della situazione nella tarda repubblica, in quanto si sviluppa attraverso fatti e circostanze che, in seguito, porteranno alla caduta della Repubblica romana.

Mario nacque come homo novus, cioè proveniente da una famiglia della provincia italiana che non faceva parte della nobiltà romana, e seppe distinguersi e giungere alla ribalta della vita pubblica di Roma per merito della propria competenza militare. L'oligarchia dominante fu costretta, suo malgrado, a cooptarlo nel proprio sistema di potere.

 

Caio Mario nacque nel 157 a.C. ad Arpino nel Lazio meridionale, precisamente nella frazione che ancora oggi porta il suo nome: Casamari

Nell'88 a.C., quando fu dichiarato nemico pubblico da Silla e costretto a fuggire da Roma, Mario si rifugiò tra le paludi di Minturnae. I magistrati locali decretarono la sua morte per mano di uno schiavo cimbro il quale, tuttavia, mosso a compassione o intimorito non diede corso alla esecuzione. Il busto bronzeo di Caio Mario si trova collocato attualmente nel Municipio di Minturno. Plutarco, in Marium, scrisse che i Minturnesi, mossi a compassione, lo aiutarono a imbarcarsi sulla nave di Beleo, diretta verso l'Africa.

 

La stampa nell'articolo:

Autore: Caldara Polidoro (1490-1500/ 1541-1543), inventore; Ghisi Giorgio (1520-1524/ 1582), incisore

Cronologia: post 1520 - ante 1582

Oggetto: stampa tagliata

Soggetto: storia

Materia e tecnica: bulino

Misure: 273 mm. x 203 mm. (Parte figurata)

Misure: 273 mm. x 203 mm. (Parte incisa)

Collocazione

Monza (MB), Civica Raccolta di Incisioni Serrone Villa Reale

 

Daniele E. Iadicicco



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! TwitThis Joomla Free PHP
Last Updated ( Friday, 14 November 2014 14:41 )  

Fra'Diavolo

VideoDocM

contatore