You are here: Home Comuni Gaeta La chiesa di San Giovanni a Mare

La chiesa di San Giovanni a Mare

E-mail Print PDF

L'attuale chiesa di San Giovanni a Mare sorge sul luogo di un'antico sacello, distrutto dal terremoto del 1213. La nuova chiesa fu costruita utilizzando, alcuni elementi di spoglio, come le colonne, tutte disuguali fra di loro. Fra il XV ed il XVII secolo, la chiesa fu arricchita di affreschi lungo le pareti e di decorazioni plastiche di gusto barocco, come stuccature, l'altar maggiore in marmo e gli altari minori in scagliola. Verso la fine dell'Ottocento la chiesa fu anche dotata di un piccolo organo positivo di scuola napoletana, di cui si sono perse le tracce negli anni '70 del Novecento. Nel corso del XX secolo la chiesa ha subito molti restauri: il più importante è stato quello del 1928, che ha rimosso tutte le decorazioni barocche. Inoltre, dal 1998 ai primi anni del Duemila, la chiesa è stata oggetto di un restauro per il consolidamento della struttura.


La facciata

All'esterno la chiesa di San Giovanni a Mare fa chiaramente intuire la sua struttura nelle varie parti. La semplice facciata a capanna è sormontata dal campaniletto a vela con tre fornici che accolgono altrettante campane. Al centro della facciata si trova un piccolo rosone circolare strombato mentre, al disotto di esso, vi è il portale con lunetta gotica affrescata.
Fianco sinistro e cupola

Mentre il fianco destro della chiesa è inglobato all'interno di alcune abitazioni, quello sinistro e l'abside danno su un piccolo spiazzo pedonale. Camminando alla sinistra della chiesa si può vedere la particolare cupoletta, il cui tamburo è decorato con un motivo ad archetti pensili arricchito da un bel mosaico bicromo che ricorda l'arte bizantina. Dallo spiazzo dietro la chiesa, invece, si vedono le tre absidi.

L'interno
Architettura

All'interno la chiesa si presenta con una pianta a tre navate intervallate al centro dal transetto con la cupoletta. In fondo ad ogni navata, poi, si trova un'abside diversa; in quella maggiore vi è l'altare, il cui paliotto è stato realizzato con un bassorilievo proveniente da un sarcofago cristiano databile fra il II ed il III secolo. Da notare la forte pendenza del pavimento, creata per evitare l'allagamento completo del presbiterio durante le maree[1].
Affreschi

Lungo le pareti della chiesa si possono vedere delle tracce di affreschi quattrocenteschi. Fra questi si riconoscono:

* Incoronazione della Vergine, prima campata della navata sinistra;
* Crocifissione (?), al disotto dell'Incoronazione della Vergine;
* Deesis (?), quarta campata della navata sinistra;
* Madonna col Bambino fra i Santi Giovanni Evangelista, Gabriele Arcangelo, Michele Arcangelo e ignoto, abside della navata sinstra;
* Annunciazione (frammenti), abside della navata destra.



da * Graziano Fronzuto, Monumenti d'arte sacra a Gaeta. Storia ed arte dei maggiori edifici religiosi di Gaeta, Gaeta, Edizioni del Comune di Gaeta, 2001



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! TwitThis Joomla Free PHP
 

Fra'Diavolo

VideoDocG

contatore